medicalweb

Test di screening in base all'età

Determinazione dello status di adulto di base all'età di 21 anni

a) aggiornamento dell'anamnesi familiare, in particolare di malattie coronariche, ictus aterosclerotici, stenosi delle arterie e ictus tra i genitori e i fratelli in età precoce (sotto i 55 anni per gli uomini e sotto i 65 anni per le donne),
b) esplorare i fattori legati allo stile di vita (abitudini alimentari, attività fisica, fumo, consumo di alcol),
c) esame fisico dettagliato, determinazione del peso corporeo, circonferenza addominale, altezza, indice di massa corporea, misurazione della pressione arteriosa,
d) in caso di obesità addominale (circonferenza addominale ≥80 cm per le donne e ≥94 cm per gli uomini), la presenza di altri componenti della sindrome metabolica (livello di trigliceridi, livello di colesterolo HDL, pressione arteriosa, glicemia a digiuno),
(e) nelle persone ad alto rischio di diabete mellito di tipo 2 (obesità, anamnesi familiare di diabete mellito, anamnesi di diabete gestazionale), un test di tolleranza al glucosio orale (valutazione dei valori a digiuno e a 120 minuti) o, se ciò non è possibile, la determinazione della glicemia a digiuno e postprandiale,
f) una valutazione del rischio cardiovascolare complessivo***,
(g) nelle persone ad alto rischio di malattie renali (storia familiare di malattie renali ereditarie, ipertensione, diabete mellito, ecc.), determinazione del livello di creatinina sierica, stima della clearance della creatinina**** analisi delle urine (con striscia reattiva): determinazione delle proteine e dell'ematuria,
(h) analisi dell'anamnesi familiare per i tumori solidi benigni e maligni e delle condizioni predisponenti tra genitori e fratelli di età inferiore ai 40 anni,
(i) esame stomato-oncologico, con particolare attenzione alla parodontosi come fattore predisponente all'aterosclerosi e alle condizioni predisponenti al cancro del labbro e del cavo orale,
j) un esame della vista.

(a) ripetere gli esami di cui ai punti da 1(a) a 1(f) ogni cinque anni nei soggetti a basso rischio cardiovascolare secondo il punto 1(f),
(b) ogni due anni, ripetere i test di cui ai punti da 1(a) a 1(f) per i soggetti a medio e alto rischio cardiovascolare secondo il punto 1(f),
(c) ogni due anni, nelle persone ad alto rischio di malattie renali (ipertensione, diabete mellito), determinazione della creatinina sierica, analisi delle urine (con strisce reattive): clearance delle proteine in entrambi i sessi, determinazione dell'ematuria,
d) ogni due anni, un test di screening stomato-oncologico.

Tra i 21 e i 40 anni
tra i 40 e i 64 anni

(a) ripetere gli esami di cui ai punti da 1(a) a 1(f) ogni cinque anni nei soggetti a basso rischio cardiovascolare secondo il punto 1(f),
(b) ogni due anni, ripetere i test di cui ai punti da 1(a) a 1(f) per i soggetti a medio e alto rischio cardiovascolare secondo il punto 1(f),
(c) ogni due anni, nelle persone ad alto rischio cardiovascolare, un esame dei sintomi di aterosclerosi non conclamata (palpazione e ascolto delle arterie periferiche) e la determinazione dell'indice caviglia-braccio mediante misurazione del flusso a ultrasuoni ("mini-Doppler"),
(d) ogni due anni, nei soggetti ad alto rischio di malattie renali (ipertensione, diabete mellito), determinazione del livello di creatinina sierica, stima della clearance della creatinina, analisi delle urine (con striscia reattiva): clearance delle proteine, determinazione dell'ematuria,
e) screening stomato-oncologico ogni due anni,
f)screening del torace ogni 45 anni (screening polmonare).

a) ogni due anni per l'aumento del rischio cardiovascolare legato all'età punto 1 b)-e) una ripetizione dei test di cui ai punti (a) e (b),
b) ogni due anni, un esame dei sintomi dell'aterosclerosi non conclamata (palpazione e ascolto delle arterie periferiche) e la determinazione dell'indice caviglia-braccio mediante misurazione del flusso a ultrasuoni ("mini-Doppler"),
c) ogni due anni, nelle persone ad alto rischio di malattia renale (ipertensione, diabete mellito), determinazione del livello di creatinina sierica, stima della clearance della creatinina, analisi delle urine: clearance delle proteine, ematuria,
d) screening stomato-oncologico ogni due anni,
e) esame annuale degli organi sensoriali,
f)46 screening annuale del torace (screening polmonare).
Oltre i 65 anni di età
Allegato 2 del decreto NM n. 51/1997 (XII. 18.)

Il fumo, il consumo di alcol e un elevato indice di massa corporea (BMI) sono i principali fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia.

Ho smesso di fumare

Sono sicuro che questo suona familiare a molti di voi!

Solo chi è veramente motivato può raggiungere l'obiettivo e smettere di fumare. Pensate ai vantaggi di smettere di fumare: niente più alito cattivo, vestiti maleodoranti, appartamenti fumosi, cibo dal sapore migliore, meno tosse, un'aspettativa di vita più lunga. Tenete sempre a mente questi vantaggi!

Riproduzione su

Sovrappeso, obesità

Controllo del peso

Il sovrappeso e l'obesità sono diventati un problema globale, la terza causa di malattie croniche evitabili e di morte dopo il fumo e l'alcol.

Etrends

La più recente guida dietetica nazionale è la linea guida dietetica OKOSTÁNYÉR® , formulata dall'Associazione Nazionale dei Dietisti Ungheresi (MDOSZ).

Attività fisica

L'attività fisica comprende fare passi, fare le faccende domestiche, portare a spasso il cane: in altre parole, qualsiasi esercizio fisico leggero e a bassa intensità.

peso_2peso_1
DIPENDENZA DA ALCOL

La dipendenza da alcol è un disturbo mentale non specifico.

I sintomi della dipendenza da alcol sono i cambiamenti negativi della personalità, dello stile di vita e della vita sociale causati dal consumo regolare di alcol e i danni fisici e mentali che si sviluppano nel corso di anni o decenni.

it_ITItalian